Quando compriamo una nuova batteria non originale (che molto probabilmente è una vecchia batteria originale con le celle sostituite) o ci rendiamo conto che quella che usiamo già da tempo dura troppo poco, possiamo tentare di guadagnare qualche minuto di autonomia in più ricalibrandola. Per far ciò, abbiamo bisogno essenzialmente di una cosa: una distribuzione Linux, sia essa installata sul portatile oppure un disco live.

Innanzitutto, carichiamo la distribuzione (live o installata che sia) in modalità Rescue con terminale di root, in modo tale da non caricare il software che si occupa della gestione ACPI, ed ignorare le richieste di spegnimento per batteria scarica. La parte ACPI del kernel verrà comunque caricata, e ci servirà per monitorarne lo stato di scaricamento.

Appena ci troviamo in shell, posizionamoci nella directory di sistema con i dati ACPI:

1
cd /proc/acpi/battery/BAT1

Il file info contiene informazioni di base sulla batteria, ad esempio il “taglio” e la carica che, secondo il chip di gestione, riesce a tenere adesso:

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
present:                 yes
design capacity:         4800 mAh
last full capacity:      4741 mAh
battery technology:      rechargeable
design voltage:          14800 mV
design capacity warning: 300 mAh
design capacity low:     189 mAh
cycle count:		  0
capacity granularity 1:  32 mAh
capacity granularity 2:  32 mAh
model number:            Chapala
serial number:           *****
battery type:            LION
OEM info:                SONY

Come si può vedere, la batteria che sto usando adesso è nuova, ben calibrata ed in piena efficienza, come attesta anche il file state:

1
2
3
4
5
6
present:                 yes
capacity state:          ok
charging state:          discharging
present rate:            1340 mA
remaining capacity:      3963 mAh
present voltage:         15539 mV

Per ricalibrarla, basterà semplicemente staccare il caricabatterie e lasciarla scaricare lentamente, tenendo la luminosità dello schermo al minimo. È consigliabile monitorare periodicamente il file state per accorgersi effettivamente di quando il chip inizia a ricalibrarsi: quando ciò avviene il valore di remaining capacity diminuisce molto lentamente o resta sullo zero, nonostante il computer sia ancora acceso.

Una volta che il computer si sarà spento per il raggiungimento della tensione minima della batteria, colleghiamo il caricabatterie, riaccendiamo il portatile e lasciamo caricare la batteria fino al 100%.

Did you like this? Share it: